Da qualche settimana sto sfornando biscotti di ogni genere e forma, vegani e non, integrali o con farine miste, per poter avere qualche alternativa al classico, ma tanto adorato, Befanino.
Come da tradizione di famiglia, nei giorni precedenti alla vigilia di Natale, in casa nostra la mia amata mamma dava inizio ai grandi preparativi, impastava una quantità indefinita di frolla e noi piccole aiutanti, la aiutavamo a spennellare con l’uovo, a mettere i chicchi colorati di zucchero e a mangiare questa tonnellata di Befanini, i quali venivano poi confezionati e regalati a parenti e amici.
In casa nostra, l’albero e il presepe si facevano il 13 Dicembre, in onore di Santa Lucia, di cui mamma portava il nome. Era un giorno gioioso, una vera e propria festa; babbo aveva un lavoro che durante le festività e le domeniche era a casa con noi, quindi si dedicava totalmente a noi per realizzare gli addobbi.
Impossibile non pensare al passato, in questi giorni di festa, ricordarli porta dentro di me tante emozioni contrastanti, vorrei averli vicini per poterli abbracciare, mi mancano profondamente, passo dalla nostalgia alla malinconia di un tempo che è stato e non tornerà più, alternando la gioia e la voglia di rendere speciale il Natale del mio piccino.
E del resto, il Natale è la vera festa della famiglia.
Purtroppo quest’anno sarò lontana da mia sorella e dai miei nipotini, a volte sembra sia solo una questione di abitudine: sforzarsi di riuscire a fare a meno di quelli che non ci sono, sia che essi siano a 10 ore di viaggio in treno o che siano volati via…in realtà, lo si supera solo mentendo alla propria mente, o facendo finta di nulla.
Ma non voglio intristirvi, resta comunque il fatto che quest’anno a portare avanti la tradizione sarò da sola, o meglio con un piccolo aiutante! 😀 😀

Intanto che mi decido se continuare a regalare i famosi Befanini di Lucia, qui trovate la ricetta modificata. Mammina mia!!! che orrore le foto che avevo pubblicato..vedrò di rimediare!!

Per quanto riguarda questo post vi racconto dei biscottini di frolla vegana integrali e dei biscottini di frolla con uova e burro.

Le stelline vegan

 Gli ingredientistelle integrali vegan

250 g. di farine miste (100 g. di farina di farro, 100 g. di farina multicereali e 50 g. di farina di mais)
80 g. di zucchero di canna
70 ml di olio di riso
90 ml di latte vegetale (io ho usato latte di avena)
10 g. di lievito per dolci
Non ho messo aromi, perché mi piace sentire il sapore delle farine rustiche!

Procedimento

In una ciotola mettete tutti gli ingredienti secchi (farine, zucchero, lievito) e li mescolate bene. Poi versate l’olio e amalgamate bene con la farina, esattamente come si fa con il burro, la parte grassa deve completamente essere assorbita dalle farine.
A questo punto, potete aggiungere il latte e mescolate fintanto che non è stato assorbito.
Cospargete il piano da lavoro di farina e lavorate con le mani per qualche istante la semi-palla che avete ottenuto. Datele una forma e avvolgetela in cellophane o in carta forno e mettetela a riposare in frigo per almeno una mezz’oretta. Più starà in frigo, più sarà facile stenderla e realizzare i biscotti. Cercate di ottenere il maggior numero di biscotti al primo giro, perché sfortunatamente le frolle vegane tendono a diventare estremamente elastiche, conferendo agli ultimi biscotti forme bislacche, allungate (il gusto comunque non cambia, diciamo che ne risente solo la parte estetica).

I fiorellini integrali con frolla classica

Fiorellini integrali frolla classica

Gli ingredienti

80 g. di burro (a temperatura ambiente)
50 g. di zucchero di canna bio
30 g. di zucchero mascobado
110 g. di farina multicereali
50 g. di farina integrale
50 g. di fecola di patate
1 uovo
8/10 g. di lievito bio per dolci
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Procedimento

Per prima cosa tirate fuori il burro dal frigo e fatelo a tocchetti. Nel frattempo in una ciotola mescolate le farine, gli zuccherie il lievito.
Quando il burro si sarà ammorbidito, lo aggiungete agli ingredienti secchi e lo lavorate un po’ con le mani, incorporando la farina alla materia grassa, si creerà un effetto sabbioso. A quel punto, mettete tutto sul vostro piano di lavoro, fate una montagnetta e buttateci l’uovo.
Lavorate fino ad ottenere una bella pallina di impasto liscio e morbido.
Lasciate riposare una mezz’oretta in frigo e procedete alla stesura della pasta e la realizzazione dei biscottini.

Ecco fatto, ce l’ho fatta!!!con tempi ristrettissimi, e un milione di cose da fare, vi lascio e procedo alla realizzazione della ghiaccia reale per montare la nostra casetta di pan di zenzero: la protagonista del prossimo post!! (ovvio sarà in ritardo, ma per giocare con i nostri bimbi, non è mai troppo tardi!)

Alla prossima!
Come sempre, se provate le ricette, mi fa piacere se passate di qua e lasciate un commento!

Buone Feste a tutti!!!

Loulou