Crea sito

Alla ricerca delle ciambelle perfette – Parte #1

Ciambelle. In forno. Non fritte.
La mia passione.

ciambelle, gnucche ma buone

Da piccola mia madre mi prendeva le famose ciambelline Mr. Day, ma io preferivo di gran lunga quelle a marchio Esselunga. Non so quale fosse la lista degli ingredienti 30 anni fa, non penso che esistesse l’olio di palma, o forse si, ma non era la mia preoccupazione primaria 😀

Le merendine in questione hanno radici profonde nei ricordi della mia infanzia. Tutti i miei compagni di scuola arrivavano all’ora di merenda con pane e nutella (che a me non piaceva…eresia #1), pane e mortadella/salame/prosciutto, focaccia, pizza (che non mi piaceva, eresia #2) o con torte fatte in casa (che mia madre preparava, ma io non le volevo).
Quindi, mia madre mi prendeva le merendine del supermercato, eresia#3 (e con questa concludo la lista delle eresie): kinder brioss e ciambelle come se piovesse. Poi, breve storia triste: mi hanno messo a dieta a 11 anni e mezzo.

Fatto sta, che ogni tanto, fino ad una paio di mesi fa, io un pacco di merendine industriali (consapevole degli ingredienti) me le compravo, ben sapendo dentro di me che avrei potuto prepararle da me e decisamente più sane.
Sono mesi che rimando e avrò letto una decina di ricette online e l’altra sera, alla fine, ne ho presa una che mi andava abbastanza a genio e l’ho modificata, secondo i miei gusti e in base agli ingredienti che avevo in casa.
Questa è la prima prova, il risultato è buono, sono profumate e un po’ gnucche proprio come piacciono a me. Nelle prossime puntate apporterò modifiche alla ricerca della ciambella perfetta!

Gli ingredienti:
1 uovo
80 g. di burro
30 g. di olio di vinaccioli
75 g. di zucchero di canna bio
150 g. di farine miste (io ho mixato la mia farina preferita ai 4 cereali + una farina di quinoa e farro integrale)
2 cucchiai rasi di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1/2 bustina di vaniglina (non avevo l’estratto di vaniglia)
30/40 g di latte

Come procedere
Prima di pesare tutti gli ingredienti, assicuratevi di aver tirato fuori dal frigo un po’ in anticipo il burro, che dovrà essere morbido: il famoso burro pomata.
Fatto questo, prendete la ciotola della planetaria (o del robot o le fruste) e incorporate burro, zucchero e olio fino ad ottenere una crema; nel frattempo in un recipiente a parte pesate le farine, mettete il sale e la vaniglina.
Aggiungete l’uovo alla crema ottenuta, e piano piano versate gli ingredienti secchi, mettendo il lievito per ultimo.
Verificate la consistenza dell’impasto e se dovesse essere troppo compatto (come è successo a me) aggiungete un po’ di latte.

Il forno come sempre a 180 gradi, ventilato.

A questo punto munitevi di sac à poche, di uno stampo in silicone (o una teglia) per ciambelle e infornate per circa 15/20 minuti.

Appena sfornate mettetele a raffreddare su una griglia, poi spolverate amorevolmente di zucchero a velo secondo il vostro gusto.

Pronte!!!

ciambelle gnucche ma buone!

Se provate a farle, fatemi sapere che ne pensate!

A presto,
Loulou

Comments are closed.