In molti mi avete chiesto tramite i social la ricetta dei miei cornetti sfogliati. cornetti
Non pensavo che avrebbero avuto tanto successo, ma sicuramente aiuta molto il fatto che siamo rinchiusi in casa e abbiamo quindi tanto tempo da occupare. Le mie giornate, come sicuramente anche le vostre, si alternano tra pulizia della casa, lavatrici (sensibilmente ridotte), giocare con il mio bimbo, trovare attività diverse da fargli fare, fare qualche esercizio per non diventare invertebrata e cucinare.
Cucinare e preparare dolci e lievitati mi permette di rilassarmi e staccare un po’ la spina dalla situazione attuale, per ritagliare un po’ di tempo da dedicare solo a me e per testare sempre nuove ricette.
Tempo fa avevo provato altre ricette, ma io volevo mettere a punto una mia ricetta, così dopo averne studiate per l’ennesima volta 4 o 5, ho tirato fuori la mia ricetta. Non so se sarà la ricetta definitiva, ma onestamente questi cornetti sono davvero buoni, friabili e soffici.
Quindi, bando alle ciance.

Gli ingredienti

Per ottenere circa 10 cornetti:
250 g. di farina (ci vorrebbero 125 g. di Manitoba e 125 g .di farina 00, ma io la Manitoba non ce l’avevo)
50 g. di zucchero
40 g. di burro
1 uovo
110 g. di acqua
5 g. di sale
15 g. di lievito di birra
20 g. di latte

140/150 g. di burro per sfogliare

Il procedimento

Giorno 1:
Per prima cosa, vi consiglio di preparare l’impasto nel tardo pomeriggio o la sera, perché poi dovrà riposare e lievitare tutta la notte in frigo.
Nella ciotola della planetaria ho sciolto il lievito nell’acqua a temperatura ambiente.
Poi ho aggiunto la farina e lo zucchero. Ho impastato per un attimo a velocità bassa.
Poi si aggiunge l’uovo, il latte e si impasta 10 minuti a velocità media.
A questo punto, si può mettere il burro a pezzettini. Tra un pezzo di burro e l’altro, si deve aspettare che il burro sia assorbito dall’impasto.
Si incorda bene. Direi altri 10 minuti buoni a velocità medio-alta.
L’impasto resta un pò morbido, ma non è grave 😀
Prendete una ciotola pulita, ungetela con un po’ di olio e adagiatevi l’impasto.
Coprire con la pellicola e metterlo in frigo, fino al mattino dopo.

Preparare il burro per l’incasso.

Tirate il burro fuori dal frigo e battetelo con il mattarello. Prendete un foglio di carta da forno e create una specie di busta, la quale vi aiuterà a dare la forma quadrata al burro, e stirate il burro sempre con l’aiuto del mattarello. Vi metto due foto per spiegarvi come fare la busta (che troppo quadrata non è…ma voi fatelo quadrato!).
Purtroppo non ho foto di me all’opera.

busta burro

Giorno 2

Tiriamo fuori dal frigo il nostro impasto, che durante la notte sarà lievitato e avrà preso una consistenza molto più facile da lavorare. Allo stesso tempo tiriamo fuori dal frigo il burro.
Attendete circa 10 minuti, in modo che entrambe le preparazioni siano alla stessa temperatura.
Infarinate il piano da lavoro e ribaltate l’impasto sul piano. Stendete con il mattarello in modo da ottenere un quadrato leggermente più largo del burro, e posizionate il burro nel mezzo. Vi metto una rudimentale immagine disegnata da me per farvi capire come procedere.

Nel primo disegno, vedete come mettere il burro sull’impasto. A questo punto, andrete a chiudere i quattro angoli verso il centro del burro (il burro non si deve più vedere). Infarinate e iniziate ad allungare la pasta con il mattarello, delicatamente, per evitare che il burro possa fuoriscire.
Ottenete così un rettangolo, sul quale andrete a dare le pieghe. Come vedete nel terzo disegno, piegate l’impasto da sinistra verso destra (1), e l’altro lato da destra verso sinistra. Si dice piegatura a libro (come nella piccola foto qui sotto).

piegatura a libro

Fatta la prima piega, mettiamo l’impasto in frigo, a riposo per 30 minuti.
Trascorsi 30 minuti, riprendiamo l’impasto e prima di stenderlo, posizionare l’impasto in verticale con l’apertura verso destra. Stendiamo l’impasto in un rettangolo e procediamo con le solite due pieghe, come sopra.
30 minuti di riposo e via, si parte per la terza piega. Passati i 30 minuti, possiamo stendere l’impasto e tagliare i cornetti.
Nel frattempo che aspettate, preparate due teglie con carta da forno in modo da essere già pronti quando dovrete adagiare i vostri cornetti appena arrotolati.

taglio cornetto

Stendiamo bene l’impasto, spessore di circa 2/3 mm, e tagliamo dei triangoli con un coltello molto affilato o con la rotella per tagliare la pizza.
Inserisco un altro rudimentale disegno per farvi capire come tagliare l’impasto. Quando avrete i triangoli, fate un piccolo taglietto alla base del triangolo e tirate gli estremi verso l’esterno (saranno i corni della brioche) e arrotolate.
Allungate delicatamente la punta e cercate di farla restare sotto la base del cornetto, in modo che non si apra in cottura.
A questo punto…….dovrete ancora aspettare due ore e mezza circa prima di cuocerli…perchè avranno bisogno di lievitare..
Nel frattempo, (secondo i tempi di riscaldamento dei vostri forni) accendete il forno a 180° gradi e preparate la doratura per spennellarli con tuorlo d’uovo e latte (o panna), se non avete latte o panna, sbattete l’uovo intero e aggiungete un goccino di acqua. Andrà benissimo anche così.
Altra variante per lucidarli, ma questo si utilizza dopo la cottura, potrete preparare uno sciroppo con un cucchiaino di confettura di albicocche e acqua, mettete in un pentolino e sciogliete bene la confettura.

Se volete glassarli, molto facile, zucchero a velo e poca acqua, mescolate e cercate la giusta consistenza.
Per ottenere una glassatura trasparente, mettetela subito sui cornetti appena usciti dal forno; se invece preferite una glassa cicciosa e golosa, aspettate che si siano un po’ raffreddati.cappuccino e cornetto

Ora, non vi resta che infornare per 10/15 minuti. Forno ventilato. Verificate che la cottura sia uniforme ed eventualmente invertite la teglia.

E poi, via libera alla vostra creatività e golosità, potete aprirli e farcirli con confettura, nutella, crema pasticcera.
Se ve ne restano, potrete sia congelarli.. (opzione difficile) oppure conservarli in una scatola di latta. Al mattino sarà sufficiente passarli 5 minuti nel forno, e riacquisteranno tutta la loro fragranza.

Se siete arrivati fin qui e ancora mi volete bene….beh…cosa posso chiedervi di più?
Ma ovvio!!!… di condividere con me sulle mie pagine social, su Fb o su Instagram, i vostri splendidi risultati!!