Crea sito

Più scones per tutti!!!

La prima volta che ho incontrato sulla mia strada i famosi scones mi trovavo a Parigi, lavoravo in un bistrot/bar italiano e proprio sulla stessa strada, a poca distanza dal nostro negozio, si trovava uno dei coffee shop più gettonati di Parigi, Ten Belles.

2016-09-07 16.08.07-01

Il regno delle cose buone in stile anglosassone, immerso nel fascino parigino del Canal Saint Martin: il top. Questo bel localino sfornava e lo fa tuttora delizie dolci e salate di ogni genere, spaziando dalla pasticceria anglosassone a quella francese. Ma a me gli scones non mi avevano mai detto nulla. Anzi, mi sembravano insipidi e insignificanti.
Vedevo che venivano serviti a colazione, aperti a metà con burro e marmellata. Bah. Non mi affascinavano per nulla.
Nelle rocambolesche avventure parigine, saltando poi da un posto a un altro per lavoro, a un bel momento ho incontrato quella donna che poi mi avrebbe aperto un mondo, Diénaba. A me stessa devo la costanza nel ricercare il mio posto nel mondo, a lei devo dire grazie per avermi assunta a scatola chiusa. Di me lei sapeva che ero la sorella di Chiara (mia sorella) che lavorava in un coffee shop (dove poi ho lavorato pure io) che lei riforniva di dolcetti da accompagnare al caffè. Stop. Per scherzo le ho chiesto se al rientro dalle vacanze avrebbe avuto voglia di insegnarmi qualcosa. Poi scopro che cerca personale..presento il mio curriculum e Bingo!!
Tant’è a settembre 2013 ho iniziato la mia avventura con lei, nel suo delizioso salone da thé/pasticceria e lì, son inciampata nei suoi scones. Un giorno mi propone di mangiarne uno a metà per colazione: l’avesse mai fatto!mi son ritrovata completamente drogata da questi dolcetti, di cui non riuscivo più a fare a meno.
Quando a fine 2014 siamo dovuti rientrare in Italia, la vita mi aveva tirato un bello scherzetto e in più ero incinta e ho passato un momento in cui non avevo voglia di dolce, e facevo man bassa di pane e prosciutto cotto e maionese o pizza.

DSC_0030-01

In più c’è da dire che impastare gli scones a mano non è proprio facile, e io non avevo ancora la planetaria, ma un giorno dell’anno scorso ho voluto provare a riprodurli a casa mia, a mano.
E ci son riuscita. Adesso però ho la planetaria e non l’avevo ancora provata per impastare questo genere di impasti, così prendendo spunto dal web in ordine sparso e dando un’occhiata alla ricetta della boutique di Diénaba ho tirato fuori la mia personale ricetta che vengo oggi a condividere con voi!

Gli ingredienti per circa 7/8 scones (piccole dimensioni):
230 g. di Farina
– 100 g. di farina bianca di tipo 1
– 130 g. di farina mista (segale, orzo, avena, riso)
60 g. di burro a temperatura ambiente
150 g. di latte
40 g. di zucchero (io come sempre ho usato quello di canna)
2 cucchiai da caffè di cremor tartaro (o lievito per dolci)
50/60 g. di uvetta
sale q.b

Il sale negli scones si aggiunge quando non abbiamo il burro salato, altrimenti non è obbligatorio.

Il procedimento:
Prendete la ciotola della planetaria e mettete le farine, lo zucchero, il cremor tartaro e il sale. Aggiungete il burro e con la foglia lasciate che si amalgami il tutto, fintanto che non avrete un composto sabbioso. Nel frattempo mettete l’uvetta in ammollo dentro il latte e aggiungete il tutto nella ciotola. Lasciate che latte e uvetta si amalgamino fino ad ottenere un impasto elastico e direi anche un po’ appiccicoso. A questo punto è pronto.

PhotoGrid_1474034665791

In tutte le ricette che troverete nel web, troverete scritto che l’impasto è pronto per essere coppato (tagliato con un coppapasta di circa 5 cm) e che potrete infornare i vostri scones all’istante. E sicuramente avrete lo stesso un ottimo risultato. Io però preferisco mettere l’impasto a riposo in frigo fino al mattino dopo, così come mi è stato insegnato dalla mia maestra. E siccome non ho il coppapasta della giusta dimensione, li taglio con un coltello.
Fate voi!Potete anche provare entrambe le versioni, perché sono quasi certa al 100% che ripeterete la ricetta molte volte!!

mise en place

DSC_0037-01

A presto!!
Loulou

Comments are closed.